CLASS. DEI CAMBI AUTOM.

L'ultima evoluzione dei cambi automatici classici(idraulici) .(15-3-2016).
L'ultima evoluzione dei cambi automatici porta questi ad aumentare il numero di marce disponibili, sembra in paradosso ma è cosi; gli automatici moderni, dopo il boom dei cambi robotizzati e CVT, i progettisti si sono rivolti ai vecchi cambi automatici classici(idraulici), ed i modelli  più recenti di questi  bevono di meno perchè richiedono meno energia per far funzionare l'impianto idraulico.
E questo è dovuto al fatto che, oltre alla riduzione di peso, all'impiego di materiali più leggeri, i costruttori hanno aumentato le marce arrivando addirittura a dieci. Ricordiamo che i cambi a doppia frizione hanno al massimo sette marce.
--------------------------------------------------------------------------------------------------

Molte volte abbiamo sottolineato che ci sono molti tipi di cambi automatici; e di uno stesso tipo a seconda delle case si sono costruiti diversi modelli.

Facciamo il punto per chiarire ad oggi 2012 come le varie case automobilistiche identificano i c.a.:

AUTOMATICI TRADIZIONALI


Geatronic (Volvo da C30 a XC90).

Steptronic (BMW serie 1).

7G-Tonic ( Mercedes dalla CL. Aalla S).



A DOPPIA FRIZIONE



DSG (Skoda,Seat,WV).

EDC (Renault).

M (BMW).

TCT (Alfa Romeo MITO, Giulietta).

PDK (Porsche).

Powershift (Ford).

S-Tronic (Audi tutte).

DCT (Ceed- Kia)



ROBOTIZZATI



ActiveSelect (Opel, Meriva, Astra, Insigna, Zafira).

BVR (Renault Twingo).

CMP (Citroen C3,DS3, C4, DS4, DS5).

DFN (Lancia Ypsilon).

Dualogic ( Fiat 500).

2Tronic (Peugeot 308, 508, 3008, 4008, 5008, RCZ).



A VARIAZIONE CONTINUA



CVT (Nissan Micra, Juke);

(Toyota Prius, Auris, Verso).

Multitronic (Audi da A4 a A7; Seat Leon,Exeo).


M.V.M.